/
95 Views0

Il branzino è un pesce d’acqua salata e salmastra che possiamo trovare in pescheria sia come specie ittica allevata che allo stato selvatico. Tuffatevi nelle nostre acque e conosciamo meglio proprietà, valori nutrizionali e benefici derivanti dal mangiare questo pesce che popola il Mediteranno.

Viene chiamato anche spigola, il cui nome deriverebbe da “spiga” facendo riferimento alle punte dei raggi delle pinne dorsali, mentre il termine branzino deriverebbe dal veneto branza, cioè chela, o da branchie visto che il pesce ha le branchie bene in vista. È presente nel mar Mediterraneo, nel mar Nero e nell’oceano Atlantico. In Italia la spigola è reperibile durante tutto l’anno, tranne nei mesi di marzo, agosto, ottobre e novembre.

 

Proprietà nutritive

Valori nutrizionali per 100 grammi di branzino selvatico:

Acqua

79 g

Kcal

82

Proteine

16,5 g

Lipidi

1,5 g

Colesterolo

48 mg

Carboidrati disponibili

0,6 g

Zuccheri disponibili

0,6 g

Potassio

307 mg

Fosforo

202 mg

Sodio

128 mg

Magnesio

29 mg

Calcio

20 mg

Ferro

4,1 mg

Zinco

2,1 mg

Vitamina A(retinolo eq)

15 mg

Vitamina B1 (tiamina)

0,11 mg

Vitamina B2

0,16 mg

Indice glicemico

0

Tabella di composizione dati INRAN

 

Come avete notato dalla tabella la bianca e delicata carne del branzino contiene proteine e pochissimi grassi, è un pesce ricco di sali minerali come ad esempio il potassio, il magnesio, il calcio, il ferro, ma soprattutto fosforo.

100 gr di spigola apportano 82 calorie ripartite come segue:

 

Un ottimo alleato per la salute

  • Proprio la vitamina A e i sali minerali rendono questo pesce un ottimo alimento per la stagione estiva, essendo ricco di elementi nutritivi, ma senza appesantire il sistema digerente.

  • Oltre a essere digeribile, il branzino è ricco di proteine e contiene folati, cosa che lo rende un alimento consigliato anche in gravidanza. Questo perché l’acido folico concorre nell’aiutare l’organismo a prevenire malformazioni congenite nel nascituro.

  • Inoltre il branzino contribuisce a ripristinare i corretti livelli salini e di idratazione, grazie all’abbondanza di acqua, quindi è un alimento ottimo per compensare l’abbondante sudorazione.

  • Il branzino contiene gli acidi grassi omega 3, per cui può aiutare a tenere sotto controllo i trigliceridi e la pressione sanguigna.

  • Inoltre, grazie all’elevata presenza di potassio, aiuta a contrastare l’ipertensione. La spigola è anche ricca di fosforo, che favorisce la memoria ed il corretto sviluppo di ossa e denti.

  • Infine, secondo uno studio pubblicato sull’American Journal of Clinical Nutrition1, l’assunzione regolare di questo alimento può ridurre fino al 64% la mortalità per cancro e fino al 50% quella associata al tumore alla prostata

  • P. S. Se poi parliamo di valori energetici, 100 grammi di branzino contengono 82 calorie, per questo si tratta di una specie ittica presente nelle diete dimagranti.

Branzino: controindicazioni e potenziali effetti negativi

Non sono note condizioni in cui il consumo del branzino potrebbe interferire con farmaci o altre sostanze. Chi ha riscontrato allergie al pesce deve prestare attenzione a mangiare questo alimento e sarebbe il caso di consultare prima il proprio medico.

Articolo a cura di Alessandro Grillo

Referenze:

  1. Fish consumption and prostate cancer risk: a review and meta-analysis. The American Journal of Clinical Nutrition, Volume 92, Issue 5, November 2010, Pages 1223–1233

Leave Comment: